logo
Pipì a letto:
Ogni età ha il giusto approccio

Nei bambini

Per i bambini fino a 5 anni è normale bagnarsi la notte perché la vescica non ha ancora raggiunto una piena maturazione sia del volume di urina che è in grado di contenere, sia dei meccanismi che permettono al bambino di controllare la fuoriuscita della pipì.

Si parla di enuresi notturna quando si presenta con una certa frequenza, ovvero in due settimane il bambino deve bagnare il letto almeno 2 volte e, non la saltuaria e sporadica emissione di urine durante la notte.

Negli adolescenti

Nei bambini oltre i 5-6 anni, i meccanismi di regolazione della pipì, che inducono il risveglio quando la vescica è piena, dovrebbero essere sviluppati, per cui è consigliabile consultare uno specialista.

In questa fase della crescita, inoltre, iniziano ad esserci occasioni “sociali” come gite scolastiche o inviti a passare la notte a casa di amici, per cui la pipì a letto merita particolare attenzione e sostegno perchè crea disagio nel bambino e nella famiglia.

Le vostre esperienze

Il confronto con le altre mamme che hanno affrontato il disagio della pipì a letto può esserti di aiuto, comprendere il giusto atteggiamento, i cambiamenti e le azioni comportamentali, le soluzioni.

LEGGI TUTTI I RACCONTI